Stabilizzazioni precari: gli indirizzi operativi

E’ stata rilasciata la circolare Madia per la stabilizzazione di 50 mila precari storici. Si tratta della circolare nr. 3/2017  che fornisce gli  indirizzi operativi per le Pubbliche amministrazioni in materia di superamento del precariato storico e valorizzazione dell’esperienza professionale del personale con contratto di lavoro flessibile.

La circolare emanata il 23 novembre fornisce gli indirizzi operativi per l’applicazione del decreto attuativo della Riforma della PA nr. 75/2017; ossia del decreto conosciuto ai più come norma “salvaprecari”.

La circolare dà indicazioni alle amministrazioni pubbliche che potranno partire subito con le assunzioni, a partire da gennaio 2018, per il triennio 2018-2020. 

Superamento del precariato storico – stabilizzazione diretta

Come ricorderete, l’art. 20 del d. lgs. nr. 75/2017 (Superamento del precariato nelle pubbliche amministrazioni)  prevede la possibilità per le Pubbliche amministrazioni di assumere a tempo indeterminato, nel triennio 2018-2020, personale non dirigenziale che possegga tutti e tre i seguenti requisiti:

  1. risulti in servizio, anche per un solo giorno, dopo il 28 agosto 2015 , con contratto a tempo determinato presso l’amministrazione che deve procedere all’assunzione;
  2. sia stato assunto a tempo determinato attingendo ad una graduatoria, a tempo determinato o indeterminato, riferita ad una procedura concorsuale – ordinaria, per esami e/o titoli in relazione alle medesime attività svolte; la procedura può essere stata espletata anche da amministrazioni pubbliche diverse da quella che procede all’assunzione;
  3. abbia maturato, al 31/12/2017, alle dipendenze della stessa amministrazione che procede all’assunzione, almeno tre anni di servizio, anche non continuativi, negli ultimi otto anni.

In merito al punto 1), la circolare Madia specifica che rientra nella stabilizzazione anche chi, all’atto dell’avvio delle procedure di assunzione a tempo indeterminato non è in servizio. Tuttavia si precisa che, ha la priorità di assunzione il personale in servizio alla data di entrata in vigore del d. lgs. 75/2017 (22 giugno 2017). Questo criterio risulta essere prioritario a tutti gli altri criteri eventualmente stabiliti dall’amministrazione per definire l’ordine di assunzione a tempo indeterminato

Stabilizzazione indiretta

Il c. 2 dell’art 20 consente, per il triennio 2018-2020, di bandire concorsi riservati, in misura non superiore al 50% dei posti disponibili per i precari che:

  •  risultino titolari, successivamente alla data del 28 agosto 2015 5 ,di un contratto di lavoro flessibile ( anche co.co.co) presso l’amministrazione che bandisce il concorso:
  • abbiano maturato, al 31/12/2017, almeno 3 anni di contratto, anche non continuativi, negli ultimi 8 anni, presso l’amministrazione che bandisce il concorso.

Le modalità di svolgimento delle procedure concorsuali riservate di cui all’articolo 20, comma 2, sono descritte nell’atto interno della PA. Inoltre, si legge nella circolare,  che non è necessario, esperire una preventiva mobilità prevista dall’art. 30 d.lgs. 165/2001 proprio perchè, le speciali procedure di reclutamento previste dal decreto Madia,  hanno una disciplina che sottende un interesse prevalente rispetto alla mobilità stessa.

Computo dei 36 mesi

In merito al punto 3), la circolare precisa che ai fini del computo dei 36 mesi negli ultimi otto anni, valgono anche i periodi riferiti a contratti diversi, anche come tipologia di rapporto, purché riferiti alla medesima amministrazione e alla medesima attività.

Restano esclusi da questo conteggio:

  • i contratti di lavoro a tempo determinato per incarichi dirigenziali, salvo quanto previsto per il personale, anche dirigenziale, del Servizio Sanitario Nazionale;
  • il personale docente, educativo e amministrativo, tecnico e ausiliario (ATA) presso le istituzioni scolastiche ed educative statali;
  • i contratti di somministrazione di lavoro presso le pubbliche amministrazioni (comma 9).

(70)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *